Pubblicato il 17/06/2019

La Torta Sacher: storia di un ricco segreto culinario

Quando si pensa ai territori austriaci, o comunque trentini, altoatesini e tedeschi, ed alla loro cucina tipica, gli esempi che vengono subito alla mente sono i piatti più classici e squisiti che tutti noi abbiamo assaggiato almeno una volta nella vita. Piatti che, ricordiamo, abbiamo già trattato nel corso di questo blog come ad esempio i würstel, il goulash, lo strudel e così via.

Tra tutti questi piatti è bene, però, ricordare anche un altro gustoso dolce tipico della cucina austriaca. Un dolce che rende indimenticabile ogni fine pasto e, per i più golosi, ogni merenda. Stiamo parlando della torta Sacher, o Sachertorte, che ha saputo conquistare il mondo con il suo strato di delizioso cioccolato ed il ricco ripieno di albicocche.

Ma com’è cominciato tutto questo? Correva l’anno 1832 e, a Vienna, correva anche il panettiere sedicenne di corte Franz Sacher. Convocato dal cancelliere Klemens von Metternich in persona, il giovane Sacher ricevette il delicato compito di realizzare un dolce per un prestigioso ospite in arrivo. Naturalmente sarebbe dovuto toccare al capo cuoco, ma quest’ultimo, vuoi per la sfortuna o per la mano del fato, era malato e non poteva preparare alcunché. Il giovane Sacher dunque pensò bene di “sfruttare” la sua grande passione per il cioccolato per creare qualcosa di buono ed innovativo. Cacao e cioccolato andarono dunque a mischiarsi alle spezie, alla golosa glassa al cioccolato ed al tenero cuore di marmellata d’albicocca. Il risultato di questa creazione culinaria soddisfò a tal punto l’ospite e tutti gli altri commensali, oltre lo stesso cancelliere Metternich, che diede il primo assaggio esultando, che il ragazzo venne “premiato” con l’ufficializzazione del suo dolce. Era dunque nata, e addirittura battezzata, la Sachertorte!

La notizia della nascita di questa deliziosa torta si sparse come un incendio in tutti i territori dell’allora Impero Austroungarico, varcando ben presto i confini del regno. Ovviamente non fu esente da critiche e contenziosi come, ad esempio, quello avvenuto tra Sacher e l’artigiano svizzero Daniel Peter che rivendicava la Sachertorte come sua. Peter, “padre” del cioccolato al latte e di un particolare modello di impastatrice, perse però la causa contro Sacher nella seconda metà dell’Ottocento, ponendo dunque fine ad ogni dubbio riguardo le origini del tipico dolce. Poco dopo la vittoria legale il pasticcere, ora un po’ meno giovane, decise di ritirarsi dalla sua professione ed aprire un suo albergo nell’amata Vienna dove avrebbe però continuato a produrre le sue deliziose torte.

L’Hotel Sacher, oggi gestito dai suoi eredi, è infatti l’unico posto al mondo dove è possibile trovare la Sachertorte originale con tanto di marchio in cioccolato. Eppure c’è un altro modo per gustarsi un po’ di squisita Sacher senza dover per forza andare in Austria…ed è fare un salto al Ristorante Birreria Forsterbräu nel pieno centro storico di Trento. Assaggiate dunque la nostra variante al termine di un lauto pasto accompagnato da un bicchiere della nostra migliore birra!

Il tuo pasto Forst a casa o in ufficio

Ordina a domicilio
Chiudi

Un'esperienza su misura

Questo sito utilizza cookie tecnici e, previa acquisizione del consenso, cookie di profilazione, di prima e di terza parte. La chiusura del banner comporta il permanere delle impostazioni e la continuazione della navigazione in assenza di cookie diversi da quelli tecnici. Il tuo consenso all’uso dei cookie diversi da quelli tecnici è opzionale e revocabile in ogni momento tramite la configurazione delle preferenze cookie. Per avere più informazioni su ciascun tipo di cookie che usiamo, puoi leggere la nostra Cookie Policy.

Configurazione preferenze cookie

Da qui puoi dare o togliere il consenso all’installazione dei cookie utilizzati dal nostro sito web.

Cookie tecnici necessari

I cookie tecnici necessari non possono essere disattivati in quanto senza questi il sito web non sarebbe in grado di funzionare correttamente. Li usiamo per fornirti i nostri servizi e contribuiscono ad abilitare funzionalità di base quali, ad esempio, la navigazione sulle pagine, la lingua preferita o l’accesso alle aree protette del sito. Comprendono inoltre alcuni cookie analitici che servono a capire come gli utenti interagiscono con il sito raccogliendo informazioni statistiche in forma anonima.

Prima parte2

cm_cookie_forst

wp-wpml_current_language

Cookie di profilazione

I cookie di profilazione vengono utilizzati per tracciare gli utenti del sito. La finalità è quella di presentare comunicazioni personalizzate o annunci pubblicitari che siano rilevanti e coinvolgenti per lo specifico utente.

Facebook1

_fbp

Scopri di più su questo fornitore